iacc italiaIl colore ha un ruolo determinante nella vita di ciascun essere vivente. La sua presenza (o non presenza) influisce sullo stato d’animo delle persone, sul benessere fisico e psicologico. Per questo motivo è imprudente pensare a un utilizzo corretto del colore solo associandolo a un gusto personale, o peggio ancora, a un utilizzo dettato dalla moda o tendenza del momento.

Definire il colore attraverso un’unica definizione è un’impresa complicata. Il colore, la sua percezione e anche il suo utilizzo sono la somma di molteplici discipline che devono necessariamente essere prese in considerazione nel loro complesso al fine di conseguire un obiettivo utile e generatore di armonia e di benessere.

Il colore è soggetto ai meccanismi della sinestesia, ovvero alla simultaneità percettiva dei cinque sensi. Questo vuol dire che di fronte a un qualcosa ciascuno di noi ha una reazione differente (a volte anche inconscia), la quale porta a una diversa stimolazione dei sensi. Il colore, infatti, non produce solo associazioni a stati d’animo e a impressioni sia soggettive che oggettive, ma influenza anche la percezione della temperatura, del sapore, degli odori, del suono ecc.

Anche il clima cromatico nel quale ci ritroviamo, inteso come la cromaticità di un ambiente, sia esso un interno oppure uno spazio aperto come una piazza o una strada, influenza la nostra reazione psicofisica all’ambiente stesso. Ciascuno di noi può dire quali colori preferisce oppure giudicare positivamente o negativamente una data tendenza di stile, ma questa è soltanto la punta dell’iceberg: le scelte che noi facciamo verso un colore piuttosto che un altro o il sentimento di stare bene o male in un luogo, dunque la propria dimensione soggettiva al colore, è il risultato di esperienze pregresse consce e inconsce che fanno parte della dimensione oggettiva del colore.

Data la complessità del tema Colore, con IACC Italia cerchiamo di chiarire meglio l’argomento soffermandoci su 5 definizioni semplici, ma che ben fanno comprendere di che cosa stiamo parlando.

  1. iacc italiaIl colore non è una moda. Il design del colore è un settore professionale che richiede esperti con competenze specifiche. Molti studi hanno dimostrato che la nostra reazione al colore è totale e il progettista del colore deve saper valutare gli effetti del colore sull’essere umano per rendere l’ambiente costruito più vivibile: per questo la formazione di un Color Consultant deve essere interdisciplinare e specifica, necessaria a soddisfare nei vari ambiti della progettazione, le esigenze funzionali ed estetiche che consentono di ottenere una piena integrazione tra uomo e ambiente costruito.
  2. Il colore non è un gusto personale. Data la complessità del linguaggio Colore, non è possibile ridurlo a un fenomeno legato alla semplice interpretazione personale. L’approccio verso questo elemento deve avere una base scientifica, ovvero essere il prodotto di una serie di precise soluzioni date da studi e analisi oggettive che devono tenere conto delle persone, del contesto e della destinazione d’uso di un determinato progetto.
  3. Colore-Luce. Due elementi inseparabili. La luce e il colore sono una forma d’energia “viva” e “inseparabile” capace di produrre sul nostro corpo effetti fisiologici sia a livello fisico sia a livello emotivo e mentale. Un uso corretto e consapevole di questi due elementi genera benessere poiché lavorare e vivere in ambienti cromaticamente equilibrati salvaguardia la salute dell’uomo, a partire fin dai primissimi mesi di vita. Un uso quello della luce e del colore che deve essere applicato non solo nei grandi progetti di architettura, ma anche nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro che quotidianamente viviamo poiché è proprio in questi luoghi che le persone passano la maggior parte del loro tempo, e farlo in armonia diventa fondamentale ai fini di una buona qualità di vita emotiva e intellettiva.
  4. iacc italiaIl colore è cultura. Saper progettare il Colore in modo consapevole significa essere coscienti della responsabilità come progettisti verso l’utente finale: il colore può realmente costituire un supporto concreto ed efficace alle persone e agli ambienti, migliorando in modo significativo la qualità del vivere e il benessere. Per questo motivo, diffondere la cultura progettuale del colore è la mission di IACC Italia per far sì che vi sia sempre più maggior sensibilità e attenzione verso questo tema.
  5. La figura del Color Consultant IACC Italia. Troppo spesso la mancanza di una conoscenza approfondita dell’argomento Colore determina un utilizzo errato se non addirittura controproducente rispetto all’obiettivo originale che ci eravamo preposti. Sbagliare l’utilizzo di un colore rispetto a un altro può determinare ad esempio l’iper-stimolazione oppure al contrario una ipo-stimolazione. Nel primo caso, la persona può essere soggetta a un clima di forte stress emotivo, mentre nel secondo caso il soggetto che vive o lavora in un ambiente ipostimolante rischia di avvertire sensazioni di stanchezza o di depressione.

IACC ITALIA

IACC Italia è in grado di garantire un’accurata analisi e consulenza per ogni tipologia di progetto, sia privato che pubblico. Se stai cercando un Consulente Colore per il tuo prossimo progetto visita il sito al link https://www.iacc-italia.it/formazione/, oppure scrivi a segreteria@iacc-italia.org o chiama il numero +39 349 663 7668